Scandalo Bendgate – Apple lo sapeva fin dal principio

Scandalo Bendgate – Apple lo sapeva fin dal principio

Qualche anno fa Apple lanciava i sui nuovi iPhone 6 ed iPhone 6 Plus, immediatamente osannati dalla critica; ma a circa una settimana dal lancio quasi tutti i modelli si piegavano, ed ecco che ebbe inizio lo scandalo bendgate. Inutile dire come la rete si divise quasi immediatamente in due macro categorie; i fedelissimi di Cupertino e tutti gli altri, fra cui pure chi sperava in una totale disfatta dell’azienda. Ringraziamo i colleghi spagnoli di Xataka per la dritta e la raccolta di link ai vari documenti che useremo; ed ovviamente non vogliamo nemmeno dimenticare tutti coloro che hanno contribuito a portare alla luce questa vicenda, allora come oggi. Prima di scendere in ulteriori dettagli, vi lascio ad una breve analisi da parte di iFixit; grazie alla quale possiamo capire l’origine del problema di design del dispositivo.

Scandalo bendgate – Apple aveva trovato pure un nome al problema

Iniziamo ad addentrarci ulteriormente nella vicenda presentando un dato fornito direttamente da Apple; secondo la compagnia infatti, sarebbero stati solo nove utenti a sporgere lamentele per questo “easter egg” degli smartphone. Non voglio girare il coltello nella piaga indicando i link dei mille forum pieni di improperi, quindi andiamo al succo della questione; Apple aveva investigato sul problema, lo ha chiamato Touch Disease e poi ha inviato comunque i dispositivi ai consumatori. Per chi fosse interessato, a questo link sarà possibile leggere l’intero documento in formato PDF con tutti i dettagli del caso; ma per meri scopi di brevità e per venire incontro ai meno abili con la lingua Inglese, qui di seguito un estratto e relativa traduzione:

Scandalo Bendgate - Apple lo sapeva fin dal principio

Estratto del documento

Stando al documento infatti, è immediatamente chiaro che l’iPhone 6 era 3.3 volte più propenso a piegarsi rispetto all’iPhone 5s; e non appena passiamo a prendere in considerazione l’iPhone 6 Plus, la sua piegabilità ammonta a ben 7.2 volte quella del modello 5s. Questo è in netto contrasto con le dichiarazioni sostenute da Apple su questo scandalo bendgate, che a dire il vero non è mai stato riconosciuto dalla compagnia; così come purtroppo non è mai stata data alcuna importanza alla class-action avanzata da circa 10’000 utenti, i quali ora si affideranno ai documenti prodotti dalla giudice Lucy H. Koh, ormai famosa fra le compagnie d’alto calibro.

COMMENTS

DISQUS: 0