GIMP 2.10 è stato rilasciato! Come installarlo

GIMP 2.10 è stato rilasciato! Come installarlo

GIMP 2.10 noto programma open source di grafica è arrivato finalmente alla versione 2.10 dopo 6 anni di sviluppo e noi di PickTime lo abbiamo provato per voi.

Dato il lungo periodo di sviluppo, non sarai troppo sorpreso nel sentire che GIMP 2.10 è pieno di cambiamenti, miglioramenti e nuove funzionalità.

Alcuni di essi gli abbiamo visti nella versione Release Candidate pubblicato un po di tempo fa (GIMP 2.10 Release Candidate) riguardanti soprattutto lo sviluppo di GIMP.

GIMP 2.10 Caratteristiche Principali

Interfaccia GIMP 2.10

La prima novità è l‘interfaccia utente rinnovata con un tema “oscurato” e la toolbox utilizza icone più minimal in modo che l’attenzione sia posta direttamente sul contenuto su cui si sta lavorando.

Certo non manca il supporto agli schermi ad alta densità (HiDPI).

Tra le altre novità principali troviamo:

  1. Supporto per CPU multi-thread;
  2. Strumento Nw Warp Transform;
  3. Possibilità di regolare la dimensione dell’icone;
  4. Elaborazione tramite GPU (grazie a OpenCL);
  5. Possibilità di impostare maschere su gruppi di livelli;
  6. 80 filtri basati su GEGL (effetti nella vecchia versione);
  7. Possibilità dividere l’anteprima per confrontare l’elaborazione del filtro originale vs GEGL;
  8. Nuova libreria GEGL che si occupa ora di gestire tutte le tile e costruire un grafo aciclico per ogni lavoro (si punta ad avere un editor con modifiche non distruttive per la versione 3);

Per quanto riguarda le novità per gli artisti e i fotografi troviamo:

  1. Modifica gradiente su tela;
  2. Nuovo filtro Ombre/Luci e high-pass;
  3. Modalità fotografie panoramiche (proiezione della panoramica);
  4. Possibilità di visualizzare/modificare i metadati delle fotografie;

Per maggiori dettagli potete recarvi sul sito ufficiale: https://www.gimp.org/

GIMP 2.10: Come scaricarlo ed installarlo?

GIMP è disponibile per tutte le principali piattaforme ad eccezione di MacOs che al momento non è disponibile per quest’ultima versione.

Per scaricarlo è molto semplice ci basterà recarci nel sito ufficiale (www.gimp.org) ed andare nella sezione download, dove possiamo scegliere la versione giusta per noi.

Per quanto concerne Linux abbiamo 2 modi per installare questo aggiornamento.

Utilizzo di Flatpak:

Il modo consigliato di installare GIMP 2.10 su linux è quello di utilizzare l’app ufficiale di Flatpak e il repository Flathub scaricabile sempre dalla sezione download di GIMP.

In alternativa, puoi anche eseguire questo comando per installarlo direttamente dal repository:

flatpak install https://flathub.org/repo/appstream/org.gimp.GIMP.flatpakref

ps: questo metodo è consigliato anche nel sito ufficiale di GIMP.

Utilizzo di PPA:

Questo metodo è consigliato soprattutto per i fan della gestione tradizionale dei pacchetti su Linux.

Sebbene non ufficiale, il PPA di Otto Kesselgulash è gestito da uno sviluppatore GIMP, ciò lo rende il metodo migliore per installare GIMP 2.10 su Linux.

Per farlo basta aprire il terminale ed eseguire i seguenti comandi:

sudo add-apt-repository ppa: otto-kesselgulasch / gimp

sudo apt update && sudo apt install gimp

Ed il gioco è fatto.

Cosa sono gli strumenti sperimentali?

In questa versione di GIMP troviamo anche numerosi strumenti sperimentali, ma non abilitati di default.

Per attivarli ( e disattivare in caso di problemi) ci basterà lanciare GIMP 2.10 con il seguente flag:

gimp –show-playground

Hai già provato GIMP 2.10? Cosa ne pensi di questa release? Faccelo sapere nei commenti a fine articolo!

COMMENTS

DISQUS: 0