GIMP 2.10 La Release Candidate 1 è disponibile

GIMP 2.10 La Release Candidate 1 è disponibile

GIMP noto programma open source di grafica è arrivato finalmente alla versione 2.10 release candidate 1 e noi di PickTime lo abbiamo provato per voi.

GIMP 2.10 release candidate 1 è la prima release candidate, prima della release stabile di GIMP 2.10; se volete dare un’occhiata ai nostri contenuti per questo programma di grafica raster, potete cliccare su questo link.

Quali sono le novità di GIMP 2.10?

debug gimpCon questa versione sono stati corretti circa 140 errori dalle versioni precedenti ed aggiunte interessanti funzioni tra cui:

– Un nuovo dock di Dashboard che aiuta a monitorare l’utilizzo delle risorse in modo da ottimizzare la configurazione dello stesso;

– Una nuova finestra di debug che aiuterà l’utente e gli sviluppatori a capire gli errori che mandano in crash gimp;

– Recupero di file dopo un crash (funzione non garantita al 100% visto la natura instabile del crash);

– Nuovo filtro per gestire ombre e luci separatamente (si può trovare nel menu colori) grazie a diverse opzioni disponibili;

– Maschere di livello sui gruppi: Finalmente sarà possibile applicare maschere di livello su un gruppo di foto a patto che le dimensioni dei singoli elementi del gruppo siano uguali. Nel caso di elementi più grandi (ad esempio ingrandiamo un elemento del gruppo) il filtro verrà applicato solo nel ritaglio originale.

– Aggiornamento delle librerie GEGL che ora supportano JPEG 2000 tramite OpenJPEG;

gestione utilizzo dati gimp– Ottimizzazione dei screenshot grazie all’utilizzo di APIFreedesktop nel caso usiamo linux, invece se usiamo Windows, GIMP usa un plug-in in grado di gestire software con l’accelerazione hardware e display multi-monitor;

– Aggiunta funzione per gestire metadati durante la procedura di importa ed esporta immagini. Grazie al sotto menu preferenze possiamo modificare o disattivare i metadati (poiché i metadati possono spesso contenere molte informazioni private e riservate).

Per quanto riguarda il lato tecnologico ci aspettavamo che utilizzava le nuove librerie GTK3, invece utilizza ancora le vecchie GTK2.

Alcune fonti in rete dicono che saranno integrate direttamente nella futura versione 3.x.

Quali sono gli aspetti negativi di GIMP 2.1?

Andando agli aspetti negativi troviamo:

– Assenza del nuovo text tool (più simile a quello disponibile su photoshop) che dovrebbe sostituire l’attuale;

interfaccia grafica di gimp– Assenza dell’ottimizzazione dell’allineamento del testo e delle immagini;

– Mancanza di supporto per profili colore CMYK;

– Mancanza degli smart objects presenti solo in Photoshop, Serif Affinity photo (molto simile a photoshop ma meno costoso) e Krita (programma gratuito di disegno);

– Mancata ottimizzazione dell’interfaccia e dei menu.

Soprattutto quest’ultimo punto ci ha deluso parecchio essendo un importante scoglio da superare per rendere GIMP più semplice ed intuitivo come Photoshop.

Questo perché un’interfaccia ostica ed ormai sorpassata come quella di GIMP, rende più difficile e lunghe operazioni che possono essere fatte con semplici passaggi come avviene con Photoshop.

Dove posso scaricare GIMP 2.10?

Nel caso anche tu fossi interessato all’evoluzione di questa release in attesa della versione finale, potete consultarne il changelog a questo indirizzo.

Per il momento non sappiamo quando GIMP 2.10 sarà stabile e pronto ma, come di consueto, le release candidate fanno presumere che la sua uscita sarà non molto lontana.

Laciate pure un commento con le vostre opinioni su questo software.

COMMENTS

DISQUS: 0