AMD Steps – Rilasciati i primi fix per Spectre

AMD Steps – Rilasciati i primi fix per Spectre

Le notizie dei vari bug e falle denominati Spectre e Meltdown hanno fatto il giro del mondo; specie dalla loro pubblicazione da parte del team di Project Zero. Dopo l’annuncio di “bug” esistenti solo con accesso locale di amministratore alla macchina, AMD Steps prende vita. Si tratta infatti di un programma per eliminare le vulnerabilità su cui gli attacchi si basano; e tramite una comunicazione presente sul blog ufficiale di AMD abbiamo modo di scoprire qualcosa di più nel dettaglio.

AMD Steps – Cosa significa per gli utenti

Non che effettivamente molte varianti delle vulnerabilità affliggessero i prodotti AMD; ma il proverbio “prevenire è meglio che curare” non è mai stato più appropriato. Infatti è bene ricordare come Meltdown non sia fisicamente applicabile alle CPU di Santa Clara; mentre Spectre sfortunatamente è potenzialmente in grado di colpire i sistemi basati su AMD. Le correzioni si applicano con una combinazione di aggiornamenti al microcodice (firmware della scheda madre) e del sistema operativo; per i sistemi Microsoft Windows infatti bisognerà installare la build 1709, resa già disponibile al download tramite Windows Update. Storia relativamente simile per gli utenti del pinguino, basterà infatti effettuare un aggiornamento e si dovrebbe essere a posto. Chiaramente questo copre solo una parte dell’equazione; in quanto è necessario rivolgersi al produttore della scheda madre per scaricare ed aggiornare il BIOS così da mettersi al riparo. Questi accorgimenti sono applicabili a partire dai primi prodotti con architettura Bulldozer; quindi tenendo in considerazione a partire dall’ormai lontano 2011 ad oggi attualmente in commercio. Sono invece in corso di validazione gli aggiornamenti applicabili ai sistemi Windows Server; ma è legittimo aspettarsi che diventino pubblici nel giro di qualche giorno così da implementarli.

E voi con un processore AMD, avete già fatto gli aggiornamenti necessari oppure conta poco? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto!

COMMENTS

DISQUS: 0