Il microcomputer IBM – Pronto per il blockchain

Il microcomputer IBM – Pronto per il blockchain

Abbiamo già un’idea generale di quanto piccolo possa essere un PC ad impronta ridotta, ma IBM ha deciso di alzare la sbarra per tutti. Durante la propria conferenza, tenutasi nella giornata di ieri; è stato presentato il primo microcomputer IBM con delle dimensioni assurde: un millimetro quadrato tutto incluso. Sembra assurdo, ma quando il colosso del semiconduttore ha pubblicato la foto che fa da copertina: c’è poco da ridire, davvero è più piccolo di un granello di sale (grosso). La storia ha fatto immediatamente il giro del web, ma c’è da dire che il sito Mashable è riuscito a fornirne una copertura davvero completa; vediamo quindi gli scopi di questo piccolo prodigio e le sue potenziali applicazioni.

Microcomputer IBM – “Tesoro mi si è ristretto il PC”?

Il design di questo sistema è interessante a dir poco; in appena un millimetro quadrato trovano posto i seguenti componenti, e non riesco ancora a capacitarmene. A seguito dell’elenco è presente anche un diagramma.

  • Processore – Potenza di calcolo paragonabile ad un x86 degli anni Novanta;
  • Memoria – Modulo SRAM (Static Random Access Memory)
  • Cella fotovoltaica – Per fornire energia al sistema
  • LED – Con unità fotosensibile
  • Strato di silicone – Funge da scheda madre
Il microcomputer IBM - Pronto per il blockchain

Diagramma dei componenti del microcomputer IBM – Immagine cortesia di IBM

Nuovamente, piccolo ma estremamente complesso e soprattutto economico; fabbricare questo microcomputer IBM costerà meno di dieci centesimi ad unità. Il suo utilizzo indicato è per la tracciabilità delle spedizioni, per scoraggiare contraffazioni, furti e prodotti non conformi; è inoltre in grado di compiere operazioni AI basiche come l’organizzazione dei dati che gli vengono sottoposti. Interessante anche il punto di vista del capo della ricerca Arvind Krishna, secondo cui nei prossimi cinque anni, ancore crittografiche – come punti d’inchiostro o microcomputer grandi come un granello di sale – saranno parte di oggetti e dispositivi di tutti i giorni.

Non è dato sapere quando arriverà sul mercato, ma IBM sta già effettuando dei test con le prime unità prototipo.

COMMENTS

DISQUS: 0