Cooler Master Masterbox Lite 5: airflow pessimo!

Cooler Master Masterbox Lite 5: airflow pessimo!

Cooler Master Masterbox è una serie di case lanciata per soddisfare le esigenze degli utenti mainstream. Infatti sono molti i case che completano questa famiglia di prodotti: tutti midtower sono caratterizzati dalla struttura interna molto flessibile ben curata. Tra questi troviamo il case protagonista di questo articolo, il Masterbox Lite 5.

Masterbox Lite 5

Il Masterbox Lite 5, rispetto agli altri suoi fratelli, ha una particolarità che ne segna sia il design che l’efficienza. Stiamo parlando del pannello frontale DarkMirror. Questo pannello in policarbonato fume’ è certamente un elemento che spicca per pulizia e design, capace di lasciar intravedere le ventole illuminate solo all’accensione del PC. Ma il fatto di essere quasi completamente chiuso, non può certo andare d’accordo con l’elevato flusso d’aria richiesto da tre ventole come nel nostro caso.

Essendo quindi l’apporto di aria fresca dalla parte frontale limitato , le ventole montate in questa posizione non possono fare altro che aspirare aria dall’interno del case stesso, tramite le predisposizioni per le ventole di dimensione maggiore, rendendo invano o quasi inutile il fatto di averle montate in questa posizione strategica.

Inutile dire che un radiatore montato frontalmente si troverebbe in condizioni di soffocamento. L’unica soluzione è rimuovere il pannello DarkMirror e lasciare  le ventole scoperte, ma senza filtri!

Perchè lo abbiamo scelto?

Ma come siamo inciampati in questo problematico Case? Semplicemente realizzando una configurazione custom per un nostro utente, che gentilmente ci ha chiesto di realizzare un PC per uso Blog/Youtube con un’unica richiesta estetica riguardante il case: essere provvisto di ventole frontali e di illuminazione blu. Inoltre il costo massimo per la configurazione è stato fissato a 750€, compreso Windows 10, una chiavetta USB di backup e l’assemblaggio. Vien da se che, venduto a questo prezzo di vendita, il Masterbox Lite 5 è stata la scelta più immediata.

La nostra configurazione:

Scheda madre MSI B350 PC MATE (80€ – http://amzn.to/2B0AwwY)
CPU AMD Ryzen 5 1600 3.2GHz (170€ – http://amzn.to/2B1h6bb)
RAM Ballistix Sport LT 8 GB Kit (4 GBx2) DDR4 2400 MT/s (102€ – http://amzn.eu/4DFLjkx)
VGA Sapphire Radeon RX 550 2GB GDDR5 (115€ – http://amzn.to/2AGxJIU)
SSD Crucial MX300 da 275 GB SATA M.2 (96€ – http://amzn.to/2y8apyF)
PSU EVGA 100-W1-0600-K2 600W (72€ – http://amzn.to/2AIkJ5x)
3 x Thermaltake 120 Ring Fan BLU CL-F038-PL12BU-A (42€ – http://amzn.to/2ja79ld)
CASE Cooler Master MasterBox Lite 5 (49€ – http://amzn.to/2jvx43m)

Una volta montato tutto il sistema, ho iniziato ad eseguire dei test con l’utility di gestione e monitoraggio della scheda madre, ho provato quindi a impostare al massimo della velocità le ventole, notando che purtroppo non veniva aspirata aria dalle prese di areazione del pannello DarkMirror. Questo mi ha insospettito e ho quindi indagato sul problema, rendendomi conto che rimuovendo il pannello le ventole acquistavano ulteriore velocità. Segno di soffocamento delle stesse.

La risposta ufficiale

Ho provato quindi a contattare Cooler Master sul loro sito, prima inviando un ticket e poi tramite chat facebook. Mi è stato risposto che il case in questione è indirizzato a chi cerca altro e cioè non un elevato flusso d’aria. Insomma, secondo loro il Masterbox Lite 5 è un case che punta tutto sull’estetica ricercata, sul cable management perfetto e su un prezzo competitivo. Ma non di certo al raffreddamento dei componenti interni; mi è stato pertanto consigliato di installare una ventola posteriore più performante…

Dear Mr./Ms,

Thank you for your inquiry.

sorry about about this, MasterBox lite 5 is more about Looks.
Its airflow performance would be reflected by it more closed off design.
We do recommend that you replace the rear fan with high air flow fan, as we notice that it would help lower inside case temperature.

The MasterFan Pro 120 Airflow is recommended as replacement in the rear.

http://www.coolermaster.com/cooling/case-fan/masterfan-pro-120-af/

We will forward your feedback also to our case team for future development.
When you have any other question please let us know.

Kind regards,

Cooler Master Support

Screen del ticket

Il Test

Ho comunque voluto stressare il sistema: ho installato Furmark e attivato lo stress test, lasciando libero il processore per simulare un gioco veramente pesante. Ho di seguito atteso lo stabilizzarsi delle temperature in due scenari ben precisi con ventole al massimo dei giri:

Con DarkMirror installato:

Con il coperchio frontale installato il sistema raggiunge una temperatura non allarmante senza mettere in crisi i componenti interni, ma il flusso d’aria è vistosamente soffocato dalla cover. Qui di seguito le registrazioni dei sensori del PC eseguita con HWmonitor PRO di CPUID

Temperature MB (39°C) e velocità ventole

Temperatura (75°C) e utilizzo GPU

Senza DarkMirror:

Senza il coperchio frontale DarkMirror il sistema riesce a mantenere temperature più fresche e la ventola della scheda video non è costretta al 100% della sua velocità.

Temperature MB (34°C)  e velocità ventole – senza coperchio

Temperatura e utilizzo GPU (73°C) – senza coperchio

Modifica alla cover frontale

La cover DarkMirror è fornita con delle mascherine sostituibili di colori differenti, per permettere all’acquirente di scegliere il colore che meglio si sposa con la propria scrivania. Io, dopo aver osservato bene queste mascherine, ho notato che soprattutto quella inferiore, presenta una feritoia quasi del tutto inutile. Infatti il 50% dell’area utile all’ingresso d’aria è cieca, o meglio, non ha sbocco.

Quindi mi sono armato di MiniDremel e lame circolari nuove di zecca, e dopo un profondo studio di fluido dinamica ho iniziato a rimuovere alcune parti superflue di policarbonato e PVC fino al risultato che vedete qui sotto.

Peccato che non sia servito a molto. Purtroppo il volume della camera d’aria che si crea davanti alle ventole, soprattutto le due più basse, è troppo piccolo. In pratica le ventole si ritrovano a dover catturare aria dai propri lati invece che frontalmente e questo non le aiuta di certo. Quindi ho lavorato una mezz’oretta, riempendo di polvere di PVC il terrazzo per poco o nulla. Per un risultato certamente migliore e quasi definitivo si dovrebbe creare feritoie ben più ampie e in corrispondenza delle ventole stesse, che andrebbero poi filtrate a dovere.

Conclusioni

Nel nostro caso, con i nostri componenti, il case ha mantenuto brillantemente il sistema a temperature accettabili, ma è anche vero che senza il pannello frontale le temperature interne al massimo carico sono scese di molto, rendendo il sistema più silenzioso e fresco allo stesso tempo.

Insomma, se avete bisogno di dissipare in maniera efficiente molti Watt, non vi consiglio assolutamente questo Masterbox Lite 5, che invece vi consiglio se volete stupire i vostri amici con luci ed eleganza.

COMMENTS

DISQUS: 2