eCommerce: guadagnare dal proprio computer di casa

eCommerce: guadagnare dal proprio computer di casa

L’eCommerce è una della novità proposte dal terzo millennio una tipologia di acquisto e di vendita che tutt’ora regna nel mondo del marketing. Recentemente abbiamo infatti saputo che Mr. Amazon è divenuto l’uomo più ricco del mondo; proprio per la gestione del sito di eCommerce più grande di tutti: Amazon.
Come contrariamente si può pensare esistono diversi tipi di eCommerce di cui se ne possono notare due in particolare:
  •  La semplice vendita e spedizione autonoma, una modalità che avviene mediante il pagamento di inserzioni per mettere in vendita i propri prodotti;
  • La fornitura di idee o immagini applicabili su un prodotto finito, un opzione che il sito stesso fornisce in modo da ricevere una percentuale del guadagno dalla vendita.

eCommerce – Vendere e spedire autonomamente usufruendo di inserzioni

Il metodo più classico nella storia dell’eCommerce è quello di creare un’inserzione su un sito conosciuto. L’unico compito che il sito stesso svolge, oltre a mettere a disposizione una certa quantità di spazio per inserzioni; è mettere il venditore in contatto con l’acquirente. Questo metodo è molto redditizio ma allo stesso tempo anche molto impegnativo; equivarrebbe infatti all’avere un vero e proprio negozio fisico usufruendo di una piattaforma online. Ci sono vari siti su cui è possibile creare uno store del genere; partendo dai più famosi come Amazon o eBay, fino ad arrivare a quelli un po’ meno conosciuti come ad esempio Etsy. Inserire inserzioni su un sito molto conosciuto può portare sia benefici che svantaggi; per esempio un vantaggio è quello di esser sicuro di avere a che fare con un sito affidabile. Uno svantaggio invece, potrebbe consistere nella poca visibilità del prodotto. Spesso infatti, l’acquirente riesce a trovare il prodotto in questione soltanto molto tempo dopo. Questo fattore si potrebbe verificare nel momento in cui si pubblicano articoli di tendenza che vengono già forniti da molti altri venditori già conosciuti e ritenuti affidabili. L’emergere in situazioni del genere potrebbe richiedere molto tempo o  molta fortuna. Per quanto riguarda i siti meno conosciuti esiste il concreto vantaggio di non avere troppi concorrenti ed inoltre è anche molto più facile emergere. Sto personalmente testando i siti con minori visualizzazioni, tra queste la piattaforma Etsy è di sicuro tra le più interessanti. Questo è il mio negozio se volete dargli un’occhiatahttps://www.etsy.com/it/shop/FrankReations

In questo sito ho potuto notare come la maggior parte dei venditori riesca a portarsi a casa qualche vendita, probabilmente per il motivo spiegato precedentemente. Consiglio però di provare più di un sito su cui vendere in modo da riuscire ad attirare più acquirenti in più modi possibili.
Nel caso in cui vogliate iniziare anche voi a vendere articoli su questa piattaforma; vi lascio il link con la quale è possibile creare un negozio iniziando da subito con 40 inserzioni gratuite:
http://etsy.me/2xW3o1D

eCommerce: guadagnare dal proprio computer di casa

Pubblicare idee o digital art su prodotti finiti messi a disposizione da un sito

Il secondo metodo è quello più semplice, richiede un medio sforzo e produce discreti guadagni. Parliamo per l’appunto di realizzare digital art e pubblicarli come loghi per magliette, felpe, tazze, cuscini e altri prodotti finiti messi a disposizione dal sito stesso. Questo modo di guadagno non richiede costi iniziali (a differenza del primo), quello che richiede è molta fantasia e altrettanta fortuna. Siti del genere ce ne sono migliaia a partire dal più conosciuto in Italia, Spreadshirt, fino ad arrivare ad esempio a Redbubble. Ovviamente non si guadagnerà l’intera cifra applicata ad un prodotto, ma solo una percentuale che compenserà il lavoro che avete impiegato per idealizzare quell’immagine; il restante sarà ovviamente del sito. Queste piattaforme sono ottime per chi non vuole saperne troppo di faccende burocratiche difatti l’intero acquisto, compenso e spedizione è responsabilità del sito e sarà lui stesso a gestirlo.

Anche in questo caso sto testando, in prima persona, questo metodo che per ora sembra (sebbene non troppo redditizio) abbastanza efficace ma soprattutto semplice, perciò come precedentemente vi lascio il link al negoziohttps://www.redbubble.com/people/mcristin

eCommerce: guadagnare dal proprio computer di casa

eCommerce – A cosa stare attenti

Ricordo comunque, parlando in generale, che ogni metodo richiede dedizione e volontà; non si può pretendere di guadagnare uno stipendio con uno dei due metodi dopo 3 giorni di apertura. Come non bisogna scoraggiarsi se dopo un mese non si è ricevuto ancora nessun guadagno. L’unico consiglio che posso darvi è di informarvi bene su cosa state facendo; di conoscere i trend del momento e di come si possono sfruttare al meglio i tool che ogni sito vi mette a disposizione. Bisogna sempre tenere a mente che il vero datore di lavoro è l’acquirente perciò è lui a decidere veramente, motivo per cui  devi pensare come lui e capire cosa potrebbe indurlo a comprare da voi. In ogni caso su molti siti (compresi quelli di vendita) troverete delle linee guida da seguire che spiegheranno come gestire al meglio tutto ciò che si ha a disposizione!

Anche voi avete iniziato ad informarvi sul marketing online? Avete aperto un negozio? Scrivilo qua sotto e condividi con noi la tua esperienza!

 

COMMENTS

DISQUS: 0