Guida PC – Emsisoft Emergency Kit: un potente e leggero anti-malware

In questa nuova guida PC andremo a vedere un potente programma gratuito da affiancare all’antivirus in alternativa a Malware-byte o come secondo scanner: si tratta dell’ Emsisoft Emergency Kit: un potente ma leggero anti-malware che vi consigliamo caldamente.

Internet negli ultimi anni si è evoluto molto e ha sempre più servizi e programmi che ne fanno utilizzo. Tuttavia, esistono dei rischi legati alla navigazione nel web e, così come è necessario dotarsi di una bussola per poter viaggiare per mare senza perdersi, anche su internet bisogna proteggersi dalle possibili minacce della rete mediante l’utilizzo di un programma antivirus ed anti-malware.
I software di sicurezza informatica più diffusi prodotti dalle Software House come Norton della Symantec, ESET e Kaspersky per citarne alcuni, racchiudono al loro interno tutta una serie di strumenti per proteggere chi usa il computer da Virus, Malware, Phishing, Trojan, RootkitBoot kit e quant’altro. Ma il più delle volte questi programmi da soli non bastano ed è necessario affiancare un altro anti-malware per rinforzare la barriera difensiva.
Attualmente il più consigliato sul web è Malware-byte ma, come per ogni cosa, non è perfetto nonostante venga migliorato costantemente. Può capitare che ad esempio, il malware presente sul PC non ci consenta di installare un programma anti-malware e perciò non si può procedere con la sua rimozione. Ecco che un’app come Emsisoft Emergency Toolkit ci può venire in nostro aiuto. L’app è gratuita per uso personale ed è portable, quindi non necessita di installazione per poter essere utilizzata. In aggiunta, utilizzare sia Malware-byte che Emsisoft Emergency Toolkit non crea conflitti, quindi è possibile avere entrambi i programmi sul proprio PC.

Fate attenzione a non creare mai conflitti tra i programmi di sicurezza presenti sul vostro computer, perché in caso contrario il PC risulterebbe inutilizzabile. Non installate mai più di un programma antivirus alla volta e fate attenzione che gli anti-malware non vadano in conflitto tra di loro e non vengano utilizzati contemporaneamente Per sapere se un programma è incompatibile se usato insieme ad un altro, basta fare una ricerca su Google per togliersi il dubbio”.

Dirigiamoci sul sito ufficiale di Emsisoft per scaricare il programma con il seguente link e clicchiamo su Scarica Ora. L’ultima versione attualmente disponibile è la 2017.4.0.7437 rilasciata il 9 maggio 2017. Il programma funziona correttamente sia sui sistemi a 32 che a 64 bit con un unico packager (non ci sono perciò due programmi separati). L’app ha un peso di circa 292 MB

Una volta scaricato, facciamo doppio click sull’icona del file di installazione e scegliamo il percorso in cui verrà creata la cartella ed estratto il programma. Finita l’estrazione il programma è pronto all’uso, dobbiamo semplicemente aggiornare le definizioni e successivamente possiamo avviare la scansione.

Durante l’aggiornamento, l’app sarà occupata a scaricare le nuove definizioni antivirali e ad aggiornare il motore di scansione principale. Potete utilizzare tranquillamente il computer ma non cliccate sul programma finché il processo non si è concluso.

Una volta che il programma ha completato l’aggiornamento, possiamo iniziare la scansione del nostro computer attraverso il collegamento rapido presente nella pagina principale del programma oppure cliccando nella scheda 2. SCANSIONE.  La cui interfaccia si presenta così:

Personalmente consiglio di utilizzare solo le ultime due opzioni, ovvero la Scansione Malware e la Scansione Personalizzata, quest’ultima è più approfondita ed è consigliabile eseguirla una sola volta al mese. Nella restante parte dei casi la Scansione Malware andrà più che bene. Una volta che la scansione sarà conclusa possiamo analizzare il Resoconto della scansione e decidere se mettere in quarantena o eliminare ciò che il programma ha rilevato come dannoso.

“Attenzione. Non fidatevi mai al 100% del risultato della scansione di qualsiasi programma antivirus o anti-malware che sia, perché capita spesso che ci siano dei falsi positivi ovvero dei file innocui che a causa di un errore nelle definizioni antivirali, vengono tracciati come dannosi. Assicuratevi di verificare con più programmi o con Virus Total se il file è davvero nocivo oppure no. Solitamente se Virus Total rileva un file dannoso al di sotto di 5 rilevazioni su 64 anti-virus e anti-malware, è possibile che ci troviamo di fronte ad un falso positivo oppure ad un file dannoso nuovo, non ancora riconosciuto. Usate sempre il buon senso e cercate su Google se avete qualche dubbio.”

Le altre schede che il programma mette a disposizione sono:
Quarantena – dove verranno inviati tutti i file potenzialmente pericolosi;
Log – la scheda log rappresenta un po’ il diario di bordo di un capitano in mare, in esso vengono raccolte tutte le informazioni importanti per il programma come ad esempio se gli aggiornamenti delle definizioni sono andati a buon fine, se sono stati rilevati dei file dannosi e in quale posizione del computer ecc.
Impostazioni – questa scheda racchiude le opzioni del programma su cui possiamo fare delle modifiche, vi consiglio però di lasciare tutto a livello predefinito.

 

Come potete vedere il programma è semplice ma allo stesso tempo completo, per certi versi lo preferisco a Malware-byte perché si presenta più leggero nei confronti delle risorse del processore e della RAM e altrettanto efficace.

Se avete dubbi o non vi è chiaro qualcosa, lasciate un commento nell’apposito box.

COMMENTS

DISQUS: 0