Surface Laptop e Windows 10 S: opinioni “a caldo” e tanti… tanti dubbi

Microsoft, un paio di giorni fa, ha annunciato il nuovo Surface Laptop, Windows 10 S e… Surface Arc Mouse. Analizziamoli sotto il mio punto di vista!

Parto con una premessa: Tutti i dati e le analisi riportate qui sotto sono correlate da mie opinioni personali e considerazioni sui dati e non vogliono in nessun modo discriminare un prodotto oppure elogiarlo ma si parla – come detto – delle mie idee…Se non sei d’accordo scrivilo nei commenti!


Era da tempo che non vedevo l’ora di assistere ad una presentazione Microsoft, dopo l’abbandono di Windows Phone il focus dell’azienda è passato potenzialmente verso i PC, il Business e la creazione di una linea propria di prodotti ed ecco, che arrivano Surface Laptop e Windows 10 S!

Se il primo vuole essere l’anti-MacBook (che poi alla fine non lo sarà mai) ecco come il secondo – il sistema operativo – va a difendersi contro Chrome OS che in USA, ed anche in molti altri stati, sta facendo incetta di utenti con un share che ad oggi va oltre il 50%.

Ma vediamo nel dettaglio quanto presentato…

SURFACE LAPTOP

Ma quanto è figo il nuovo Surface Laptop? Troppo!
Ma quanto costa il nuovo Surface Laptop? Troppo!

Credo di aver riassunto il pensiero del 50% delle persone che hanno visto come me la presentazione ma, quello che voglio dire non riguardano le specifiche tecniche – consultabili a questo link – ma soffermarmi sull’idea pensata e perché è nato questo nuovo “innovativo” portatile.

Parto con il dire che, secondo il mio punto di vista, sul mercato si trovano alternative migliori ad un prezzo inferiore (come il Dell XPS 15 ad esempio).
Che sulla carta presenta specifiche hardware che asfaltano del tutto i nuovi gioiellini di Microsoft visto che hanno una “blanda” Nvidia GTX 1050 che permette una maggiore versatilità del portatile.

Ma se vogliamo vederlo dall’aspetto del form factor e  del design (sottile solo 10 mm, con materiali pregiati e un’ autonomia di lunga durata) devo ammetterlo… il Surface Laptop non ha rivali!

Personalmente, credo che Microsoft ha puntato “tanto” tanto sul design e “poco” sul resto sopratutto per il prezzo di vendita, dettaglio che lo inserisce direttamente nella fascia dei BIG; vedere però una configurazione da 4 GB di RAM e 128 GB di memoria a 1.169 euro… fa davvero male!

E’ ovvio che solo un pazzo potrà scegliere questo setting e di certo, l’utente interessato si catapulterà nello step successivo con 8GB / 256GB aggiungendo 300€ (1.499 euro totali)

Inoltra, la NON possibilità di poter scegliere la parte hardware (una sorta di espansione e potenziamento prima dell’acquisto dal sito) giocherà sicuramente a sfavore di un utente che vuole più RAM e a cui basta un Intel i5. Diciamolo senza peli sulla lingua:

“Prezzo iniziale di 899€ per il modello base potrebbero essere stati perfetti!” Anche mantenendo lo stesso design eliminando le chicche del Alcantera etc… che a qualcuno potrebbe addirittura non piacere!

Insomma alla fine Microsoft ha puntato su un prodotto adatto a una tipologia di persone, sicuramente benestanti e per un utilizzo lavorativo favorendo la portabilità.

Ovviamente la mossa di Microsoft arriva in un momento in cui si necessita di una scossa  a livello di mercato dei laptop “di design” e sappiamo che la casa di Redmond ha tutte le potenzialità per farlo. Basti pensare a quando uscirono i primi Surface (sistemi 2-in-1) che hanno letteralmente “mangiato” il mercato dei tablet grazie alla portabilità ed alla creazione di una “periferica completa” da portarsi sempre con sé in ogni occasione.

Che dire… Surface Laptop, per me sarà un prodotto di nicchia come di fatto lo è  il Surface Book!

WINDOWS 10 S

Bisogna ammetterlo, ChromeOS nel giro di pochi anni (grazie anche ai ChromeBook) ha guadagnato moltissima utenza e la combinazione di dispositivi low-cost (si parla di 200€ per un laptop) con un sistema operativo collegato alla produttività (tramite la “G-Suite”) e di facile integrazione con app e strumenti ha portato tutti (scuole in primis) a optarlo per l’uso quotidiano.

Microsoft presenta Windows 10 S proprio perché vuole attaccare la fascia bassa del mercato con un Sistema operativo “castrato” che possa girare con una fluidità incredibile anche su prodotti nella fascia di prezzo sotto i 300€.
Insomma, Windows 10 S è pensato principalmente per il mercato “Educational”

La peculiarità di questo sistema è quello di permettere l’esecuzione di app, solo provenienti dal Windows Store in modo – grazie sopratutto ad un blocco totale di app in avvio automatico – di fare un avvio del PC in solo 15 secondi (così dicono quelli di Microsoft) oltre che a costringere gli utenti di usare app solo provenienti dallo Store che non vadano a modificare i file di sistema o installare driver e quindi, molto spesso, rallentare il computer lasciando immondizia in giro.
Inoltre chi sceglierà Windows 10 S non potrà modificare il browser di sistema che resterà Microsoft Edge come viene riportato dalle FAQ ed anche – come se non bastasse – non si potrà utilizzare un provider di ricerca diverso da Bing!

Microsoft… vuoi proprio costringerci ad utilizzare i tuoi servizi?

Come superare questo ostacolo? L’unico modo è quello di aggiornare il sistema operativo a Windows 10 Pro, gratis per gli studenti e 49,99€ per gli utenti “Standard”.
…anche se sembra che sullo Store si possano mettere delle applicazioni Desktop… ma per questo bisognerà aspettare le prove sul campo…

Con Windows 10 S si parla quindi di PC low-cost e quindi la domanda che sorge spontanea è: “perché metterlo anche su Surface Laptop!? Mah misteri…”
Che poi il Surface Laptop sia “progettato” per Windows 10 S fa proprio ridere

SURFACE ARC MOUSE

E’ forse questa per me la vera novità di Microsoft che mi ha fatto dire “WoooW figata!” ed è anche l’unica presentazione in sordina senza nessuna citazione durante l’evento.

Oltre ad avere il classico TouchPad con pieno supporto alle gesture, Bluetooth e la presenza di batterie ministilo AAA presenta una “Killer Feature” che riguarda il design.

Infatti è totalmente ergonomico, sottile e leggero e per accenderlo basta piegarlo a forma di arco…et voilà… compariranno le lucette come se fosse una navicella spaziale che ti dice: “vieni a fare un viaggio con me!”
Io personalmente ci poserei la mano su questo bellissimo accessorio!

Costo: 79$ al seguente link ufficiale

Che poi alla fine non sono molti se paragonati al nuovo Apple Magic Mouse che si presenta così: con l’impossibilità di utilizzarlo mentre è in carica (“straLOL”)

Insomma tutto sommato anche Tim Cook e John Ive è meglio che acquistino un Surface Arc Mouse! 

Fonte – Via – Via – Via

Articolo scritto da @pickandrea dopo una chiacchierata notturna con Fabio

COMMENTS

DISQUS: 0