Hard disk esterno: guida su come scegliere il migliore

Trovare un hard disk esterno con il giusto compromesso tra qualità e offerta sembra una scelta semplice, in realtà non è cosi. 
In questa guida vediamo perché acquistarne uno e quale scegliere in base a dimensioni e capacità; vediamo inoltre i migliori modelli disponibili sul mercato.
Iniziamo rispondendo al primo quesito “Perché acquistare un Hard disk esterno?”
A questa domanda esistono diverse risposte che spaziano dalla necessità di avere maggiore spazio da usare per archiviare i nostri file multimediali, fino alla realizzazione di copie d’emergenza di tutti dati memorizzati nei nostri device (computer, portatili, ecc ….).
Ma qual’è l’hard disk ideale, più adatto alle nostre esigenze? Esistono infatti numerosi modelli in vendita negli store e durante la nostra scelta sarà fondamentale tenere conto di alcuni criteri indispensabili quali:
  1. Le dimensioni: Principalmente possiamo dividere gli hard disk in 2 tipi quelli da 2.5″ che sono quelli più piccoli (usato nei portatili) che non hanno bisogno di un alimentatore, ma solo di un ingresso USB e quelli da 3.5″ che essendo più grandi e performante (usato nei computer desktop) hanno bisogno di un alimentatore esterno;
  2. La tipologia: Come per il punto 1, possiamo dividere gli hard disk in 2 tipi quelli classici o meccanici e quelli a stato solido o SSD. Come dice il nome il primo è il classico hard disk con testina e disco, il secondo, invece, si tratta di un supporto di memoria che unisce la capienza di un hard disk classico con le prestazioni elevate di una pendrive; in questo caso non c’è niente di meglio di un SSD per velocizzare il computer ;
  3. La connettività: La scelta dello standard USB indicato per il nostro computer o device non è da sottovalutare: uno standard sbagliato infatti potrebbe compromettere la velocità del nostro hard disk. La maggior-parte di questi utilizzano lo standard 3.0, il quale assicura una velocità di
    trasferimento dei dati fino a 4.8 Gbps teorici. Lo standard USB 3.0, un’evoluzione dell’ USB 2.0 retro-compatibile con quest’ultimo. Ciò significa che un hard disk basato sullo standard USB 3.0 può funzionare senza problemi su un computer dotato solo di porte USB 2.0. La velocità di trasferimento dei dati però si ferma a quelli che sono i limiti imposti dallo standard USB 2.0 (480 Mbps teorici). Esiste anche il nuovo standard USB 3.1 (10 Gbps teorici) ma quest’ultimo funziona solo su computer che hanno la porta adatta, avendo infatti non più un connettore tipo A ma il nuovo connettore tipo C, più compatto rispetto ai connettori USB standard.
  4. La resistenza: Molti sottovalutano l’importanza del case dell’ hard disk esterno; in realtà è fondamentale. A differenza di un hard disk interno, è infatti soggetto ad urti, pressione e polvere. La scelta del case adatto quindi si rivela essere molto importante. Alcune casi produttrici utilizzando case ricoperti da una gommina in modo da tutelare il disco;
  5. Le prestazioni: La velocità del disco non è data solo dalla dimensione e dalla connettività utilizzata ma anche dalla velocità di rotazione indicata con la sigla rpm (rotazioni/giri per minuto) e determina la velocità con la quale si può accedere ai dati. Per farvi un esempio 7.200 rpm e più alto rispetto a 5.400 rpm.
  6. La capienza: Dipende dal contenuto multimediale e dalla quantità di file che volete archiviare ad esempio se siamo dei video amatori dovremo per forza acquistare un hard disk di 2 o più Terabyte, perché un semplice hard disk anche da 500GB difficilmente sarà sufficiente.
Vediamo ora quali sono gli hard disk migliori che possiamo trovare in questo momento sul mercato.
1. WD Elements Portable: Hard disk da 2.5″ con capienza che da 500 GB fino ad arrivare a 2 TB, e
connettività 3.0. Gli hard disk esterni Western Digital adottano la tecnologia proprietaria a velocità di rotazione variabile IntelliPower che, in base alle necessità del disco, varia da 5400 rpm a 7200 rpm, garantendo una maggiore affidabilità e durata nel tempo, unita al consumo minore di energia.
Prezzo (2TB): 85.80€
2. WD My Book 2016: Hard disk da 3.5″ con capienza che va da 3 TB fino ad arrivare a 8 TB, e connettività 3.0. Come il WD Elements Portable anche lui utilizza la tecnologia IntelliPower per regolare la velocità e il consumo. Inoltre all’interno troviamo tre software di Western Digital davvero molto interessanti: uno per il backup dei dati su PC o Mac, uno per i controlli sullo stato della salute del disco e uno per impostare una password avanzata con crittografia AES a 256-bit.
Prezzo (4TB); 148.90€
3. A-DATA DashDrive: Se cercate un hard disk resistente a polvere, urti accidentali e spruzzi d’acqua, questo driver fa a caso vostro infatti si basa sullo standard di conformità militare MIL-STD 810G e certificazione IPX7. Inoltre è economico ma con un bel design colorato e moderno.
Prezzo (1TB): 73.36€
4. LaCie Rugged Mini: Disponibile in vari formati da 500GB fino a 4TB. Pratico, colorato, resistente agli urti. Grazie alla connessione USB 3.0 permette un trasferimento dati molto veloce, con una modalità di risparmio energetico che riduce il consumo fino al 40%.
Prezzo (1TB): 94.00€
5. ISTORAGE DISKASHUR IS-DA-256-6000: Riconosciuto a livello mondiale in campo di protezione dei dati su supporto fisico, viene utilizzato dalle grandi aziende o dalle istituzioni governative perché i loro dischi sono progettati per rendere molto difficile accedere senza autorizzazione ai dati che contengono. Il disco è protetto da un algoritmo di criptazione hardware di livello militare che può essere sbloccato solo digitando il corretto codice d’ingresso col tastierino numerico, quindi nessun software (key logger, ecc.) è in grado di espugnarlo. Inoltre il circuito di criptazione è protetto da una resina epossidica che se manomessa danneggia irreparabilmente l’elettronica rendendo il disco inutilizzabile. Ci sono molti livelli di protezione disponibili tra cui quello più estremo: dopo un certo numero di tentativi falliti elimina fisicamente la chiave di crittografia rendendo i dati inutilizzabili. Il costo è elevato , ma non così tanto se messo in rapporto al livello di protezione garantito.
Prezzo (3TB): 478.95€
In questo elenco abbiamo tralasciato gli hard disk di rete detti comunemente NAS, che tratteremo su un’altra guida.

Se avete ancora dubbi o curiosità non esitate a lasciare un commento.

COMMENTS

DISQUS: 0