Handbag Dyetonator: Portachiavi anti-scippo

Recentemente un’azienda malese, per l’esattezza l’Ash Be Nimble (insieme all’agenzia pubblicitaria Ogilvy) ha realizzato un portachiavi anti-scippo in grado di combinare il fascino retrò e un aspetto glamour con una funzionalità particolare.
Il nome di questo portachiavi hi-tech è Handbag Dyetonator (letteralmente detonatore borsa), e come vediamo in foto sembrerebbe un innocuo portachiavi, ma in realtà dietro il design molo curato si cela una sorpresa per i presunti ladri.
Ma vediamo nel dettaglio com’è costituito e come funziona questo interessante strumento.
Al suo interno troviamo: un Tracker GPS, dell’ inchiostro indelebile, un ricevitore e per finire un sistema di “autodistruzione”. Come potete intuire dai componenti integrati nel portachiavi, si tratta di un localizzatore GPS capace di esplodere a comando, rilasciando del fumo e dell’inchiostro indelebile.
Il meccanismo che sta alla base di Handbag Dyetonator , non è una novità, infatti, questo metodo è spesso utilizzato dalle banche e dai bancomat per impedire che le banconote vengano rubate: al loro posto vengono infatti inserite mazzette false piene di inchiostro indelebile, che esplodono nel momento in cui si allontano dalla banca o dal bancomat, rendendole inutilizzabili.
È possibile attivare la funzione di “autodistruzione”  tramite un semplice SMS che possiamo inviare dal nostro smartphone con lo scopo di disorientare il rapinatore: il messaggio infatti scatenerà del fumo, ricoprendo il malvivente di vernice indelebile. Quest’operazione avrà lo scopo di rallentare il fuggitivo in modo così da poter richiamare l’attenzione dei passanti o delle autorità. Contenendo inoltre un Tracker GPS si avrà l’ulteriore possibilità di localizzarlo a distanza.
Questa soluzione tecnologica difficilmente potrà fermare il fenomeno degli scippi, ma resterà comunque un valido punto di partenza per rendere più difficile la vita dei potenziali malintenzionati.
Handbag Dyetonator è ancora in fase di testing: non è ancora possibile acquistarlo, ma sul sito ufficiale è possibile iscriversi alla newsletter per avere la possibilità di partecipare come tester del prodotto.

Voi cosa ne pensate? Siete favorevoli o contrai a questo strumento? Lasciateci un commento e fateci sapere i vostri pareri.

COMMENTS

DISQUS: 0