Frame, la fotocamera da 5 trilioni di FPS

FRAME da 5 trilioni di FPS

Avete letto bene: 5 trilioni di FPS. Sono numeri “che fan girar la testa” (cit. Ingegner Cane). Un gruppo di ricercatori dell’Università di Lund, in Svezia, ha realizzato una macchina fotografica davvero incredibile in grado di catturare un numero spropositato di fotogrammi al secondo, pari a 5 trilioni, vale a dire 5 000 000 000 000 000 000 di fotogrammi al secondo o, per farla semplice 5 x 1018 fotogrammi. Lo scopo di tutto ciò è meno banale del previsto, infatti i ricercatori prevedono di immortalare processi chimici, fisici e biologici, quindi reazioni chimiche, trasformazioni e tutto ciò che la scienza fino ad oggi “non ci ha mostrato chiaramente” (nel senso visivo del termine eh!!). La rivoluzionaria tecnologia che sta dietro questo device è del tutto differente a quella delle normali macchine fotografiche ad alta velocità, infatti esse immortalano le immagini una per volta e in rapida sequenza, mentre FRAME (nome di questa tecnologia) segue un’altra via: l’algoritmo permette di estrapolare diverse immagini che vengono codificate da una solo foto, che viene successivamente sviluppata in una sequenza video. Questo è possibile grazie all’esposizione del soggetto a un flash laser che restituisce impulsi luminosi in possesso un codice che, una volta elaborato dall’algoritmo e da una chiave di codifica, genera le immagini.

Si devono fare più tentativi dello stesso esperimento per fornire immagini più stabili possibili, che possono essere successivamente editate in un video” afferma Elias Kristensson a capo del gruppo dei ricercatori, “Il problema di questo approccio nasce dal fatto che un processo si manifesta in maniera differente, anche se di poco, ogni qualvolta si ripete l’esperimento”. 

Possiamo quindi affermare che questa nuova tecnologia è ancora in fase di approfondita sperimentazione e perfezionamento, quindi prima di arrivare nelle mensole dei nostri centri commerciali ci vorrà un po’ di tempo. Sta di fatto che si apre un nuovo capitolo nella concezione delle fotocamere slow-motion, che in un futuro potranno implementare una tecnologia simile.

Non ci resta che proporvi un filmato che mostra addirittura i fotoni (un raggio di luce, per intenderci) che attraversano un foglio di carta. Tutto questo accade in un picosecondo, cioè in
0,000 000 000 001 secondi. 

Siamo assolutamente esterrefatti perché grazie all’evoluzione tecnologica possiamo vedere il mondo da un altro punto di vista.

Nella GIF seguente si vede come questo fascio luminoso si muova attraverso lo spessore esiguo del foglio di carta utilizzato per l’esperimento.

Voi che ne pensate di questa invenzione avveniristica? Fatecelo sapere nei commenti!

COMMENTS

DISQUS: 0