Facebook F8: tantissime novità che ci trasportano nel futuro

Non potremmo ancora percorrere la rotta di Kessel in meno di 12 parsec, ma quello che Facebook ha messo sul piatto di Facebook 8 2017, conferenza dedicata agli sviluppatoti e ai progetti del colosso, è davvero qualcosa di avveniristico: Brain Typing, Skin Hearing, Tether Antenna ed effetto bokeh su tutte le foto. Sono tutte delle applicazioni sperimentali che però mettono in luce diversi aspetti: Facebook non è solo un semplice Social Network, ma una vera e propria fucina di idee e prodotti che potranno agevolare la vita futura di migliaia di persone. Andiamo con ordine.

1) Brain Typing. Letteralmente si può tradurre con scritta con la mente ed è quello che realmente mira a fare. Il progetto nasce e viene sviluppato dalla R&D division Building 8 di Facebook, capitanata da Regina Dugan che spiega come in un futuro sarà possibile poter scrivere direttamente connettendo il cervello con il terminale evitando quindi ogni interazione con le mani. In sostanza voi pensate cosa volete scrivere e il sistema lo fa, senza dover alzare un dito. Ovviamente le parole da scrivere saranno solamente quelle pensate e volute dall’utente, quindi se state pensando di insultare il vostro capo pubblicamente non abbiate paura: non verrà scritta nemmeno una sillaba se non avete intenzione di farlo. La cosa interessante è che sviluppando tale tecnologia sarà possibile scrivere fino a 100 parole al minuto, velocizzando quello che è il normale processo pensare – elaborare – scrivere. Una simile tecnologia è davvero eccezionale se si pensa che non saranno necessari interventi invasivi al corpo, quindi nessun tipo di impianto installato nel corpo umano.

2) Skin Hearing. Anche qui se non siete pratici con l’inglese vi diciamo subito che stiamo parlando di dispositivi in grado di farci ascoltare suoni tramite la pelle. Tali dispositivi non fanno altro che permettere alla pelle di simulare la coclea (una parte del nostro orecchio) responsabile della trasformazione dei suoni in specifiche frequenze che vengono quindi elaborate dal nostro cervello. Questa tecnologia permetterebbe alle persone sorde di poter sentire attraverso la pelle, bypassado l’orecchio.

3) Tether Antenna. Quanti di voi non posso vivere senza internet? Non poter navigare in rete al giorno d’oggi sarebbe “alquanto catastrofico” dal momento che con internet si lavora e soprattutto si comunica. Alla base di questo progetto c’è proprio la comunicazione: portare internet laddove non esiste una tale infrastruttura che possa permettere la normale navigazione e quindi comunicazione. Come? Con dei droni ovviamente. Immaginate zone colpite da catastrofi e calamità, dove ogni infrastruttura viene meno e ogni forma di comunicazione viene interrotta: bene, questi droni sorvoleranno tali aree permettendo di generare una connessione ad internet utile sia per i mezzi di soccorso che per tutti gli altri utenti. Parliamo di una tecnologia già presente, ma utilizzata in maniera “più sapiente ed intelligente” in contesti che ne necessitano.

4) Effetto Bokeh e tanto altro. Le news più “leggere” non possono mancare e infatti il tanto amato effetto sfocatura delle foto, chiamato effetto bokeh, sarà implementato direttamente nell’applicazione di facebook. Altra interessante novità riguarda il lancio di nuove fotocamere a 360°. 
Saranno fotocamere dedicate a grandi produzioni (immaginiamo costi davvero elevati) e arriveranno in due varianti: la x24 con 24 fotocamere e la x6 con 6 fotocamere. Saranno in grado di dare una determinata tridimensionalità agli oggetti presenti in scena grazie a una tecnologia del tipo 6-DOF (cioè six degrees of freedom, ovvero a 6 gradi di libertà) che trova un ottimo appoggio dal lato software.

Quali di queste innovazioni vi ha colpito di più? Scrivetecelo nei commenti!

COMMENTS

DISQUS: 0