Addio Telegram… ma forse è solo un arrivederci

Il titolo potrebbe essere fuorviante ma… NON è un addio ma “solo” un arrivederci!

Inutile parlare a lungo sul come o sul perché (per tutte le risposte continuate a leggere l’articolo) ma ho deciso di lasciare definitivamente il canale Telegram e tutti i suoi membri alla piattaforma @tendenze per la creazione di un progetto collegato alle offerte cinesi – deals GearBest che avete già visto approdare da oltre un mese sul canale.

Perché ho fatto questa scelta?

Mi sono catapultato su Telegram nel lontano 2013 apprezzando fin da subito in tutte le sue funzionalità ed utilizzandola come app principale per la gestione di gruppi di lavoro e per l’organizzazione di chat, abbandonando quasi definitivamente (e lo sarebbe stato totalmente se non fosse stato per mia madre) l’ app rivale: WhatsApp.

Con l’avvento dei canali è stato un po’ un effetto “Wooow che figata” e devo ammetterlo, in quel periodo avevo molti problemi organizzativi e di progetti; mi sono cimentato, con l’apertura di un canale (chiamato all’epoca Flash Time), soltanto 2 mesi dopo l’introduzione di questa funzione da parte di Telegram: esattamente a dicembre 2015.

La mia passione e l’informazione che ho per questo mondo mi hanno portato ogni giorno a trasmettere le mie conoscenze a tutti voi… Per me è sempre stato un po’ come parlare con un amico ma senza ricevere mai risposta; ma il fatto di poterne parlare con qualcuno tuttavia, mi ha sempre fatto stare bene…

Nel mio percorso lo ammetto… ci sono state anche delle parentesi non troppo “lusinghiere” come la rubrica #escile (aka tette in bella mostra) e le collaborazioni con YouTuber (persone che non ho mai seguito ma con cui mi sono presentato come il loro più grande fan per poter strappare una sponsorizzazione) che hanno comunque contribuito a farmi diventare in poco tempo uno dei più grandi canali di Telegram Italia.

In questo percorso ho conosciuto e stimato persone, admin di canali (che purtroppo non esistono più) e moltissimi altri utenti,tutti uniti dalle medesime idee con l’intento di condividere i propri progetti e farli conoscere.
E’ stato davvero entusiasmante, se da una parte procedevo con molti progetti (sito, app, canali) dall’altra – su Telegram – ricevevo ogni giorno parole di stima e partecipavo a discussioni su come migliorare. Questa interazione è ulteriormente aumentata grazie all’arrivo dei bot e di tutti quei “meccanismi” che hanno permesso agli utenti e ai developer di sbizzarrirsi e condividere ogni giorno con me le loro idee.
Insomma mi ritrovavo di frequente a confrontarmi con idee, progetti dando consigli costruttivi e sopratutto ad essere inserito in moltissimi gruppi “di rilievo” dove trovavo persone che per me contavano davvero.

In quel periodo “abbiamo creato” insieme  il logo e ogni mio passo è sempre stato fatto insieme a tutti gli “amici”conosciuti nel tempo, con una condivisione di un gruppo nonché di un canale, l’unico (fino a circa 6.000 membri) a fare un contest di ringraziamento con premi ad ogni mille membri aggiunti (non so se ricordate!!!)

Poi ad un certo punto tutto cambiò…

Il cambiamento è stato piuttosto netto;  ho notato improvvisamente un disinteressamento verso tutto ciò che è stato creato / fatto e un distacci totale per quanto riguarda l’informazione Hi-Tech in favore di argomenti quali il porno e le offerte. Il porno è di certo un argomento attira-uomini ed un canale di offerte – se creato bene – è la gallina dalle uova d’oro.

E dove ci sono soldi, si creano anche conflitti…

Eh si! Proprio così – se prima le sponsorizzazioni erano vere e riportavano realmente le proprie considerazioni verso quel servizio, canale e bot… le stesse si soni trasformate in “favori”, citazioni non vere spesso utilizzando le peggiori pratiche del web: quali il clickbait, con proposte assurde che alla fine si trasformano in un nulla di fatto.
Parlare di “Miglior canale di offerte” e consigliare i “Migliori” componenti per PC quando magari il moderatore del canale – cioè quello che pubblica suddette offerte – non sa nemmeno assemblare il suo PC o cambiare processore e RAM! “E  perché mai questa persona dovrebbe consigliarci un acquisto?!”

Per non parlare poi…  della tristissima situazione in cui vengono rubate le idee e i post per farli propri! Con in più lo squallido comportamento da parte del canale “colpevole” e cioè che non citerebbe l’ “avversario” neanche morto… nonostante praticamente ogni giorno gli rubi qualcosa, che sia un testo scritto o altro.

In ogni caso questa è la dura realtà e non possiamo farci nulla e io, nel mio piccolo canale (avevo appena superato di gran lunga i 10k membri) mi sono ritrovato con un disinteresse generico da parte dei membri verso tutti gli argomenti trattati.

Basti pensare che un video – prendiamo in esame uno degli ultimi – è stato visto poco più di 100 volte /e ovviamente nessun commento di supporto/ con oltre 5mila views sul canale.

Il disinteresse generale mi ha portato, di conseguenza, sia ad un drastico calo di membri interessati che di views; ma la cosa più deludente – lo ribadisco – è stata l’interazione nei confronti dei post, video e tutti i contenuti creati dal nostro team: il supporto al canale ed a tutti i suoi progetti sono infatti ormai come gocce in “un deserto“.

In ogni caso mi scuso con tutti voi per questo “passaggio” ma è stata una scelta quasi obbligata e sopratutto legata al fatto che sicuramente un network ed un canale così importante potrà – tramite l’affiliate – fare qualche soldino $$$… cosa che io non ho mai fatto e sopratutto ricevuto.
E ribadisco che, anche dopo il lancio di PickMod nessuno ha mai donato 1 centesimo, ed è pure ben chiaro che il progetto – portato avanti per sola passione – sarebbe stato più significativo se qualcuno avesse donato anche 1 € come supporto, rispetto “a tutto” l’impegno impiegato.

Concludo dicendo che la passione che ho per il tech rimarrà per sempre!

Ho deciso di aprire un nuovo canale
denominato sempre @picktime, che trovate al solito link: t.me/picktime, e che tratterà solo di pura informazione sul mondo tech (in chiave più amichevole) e che partirà al raggiungimento di 600 membri.

Ovviamente ci saranno tematiche con post molto più “stretti” ma con lo stesso stile che ha contraddistinto PickTime da tutto il resto.

In ogni caso proietterò tutto il mio tempo su questo sito www.picktime.it, dove abbiamo in serbo moltissime novità nella speranza che un giorno… possa essere una “buona testata giornalistica” e dia lavoro a chi, ogni giorno, collabora e crede in me (Cristian, Matteo, Alessandra, Michele, Marco, Chiara… e gli altri)

A presto! Un saluto da @pickandrea

COMMENTS

DISQUS: 0