Recensione Cuffia Bluetooth Jokeret: un prodotto davvero interessante!

Ciao a tutti ragazzi, oggi vi racconteremo la nostra esperienza con un prodotto che ci ha letteralmente stupito: la cuffia Bluetooth Jokeret! Penso che come noi, anche voi abbiate esclamato “Joke..cosa?!!”! Ebbene sì, prendete nota di questo brand, perché se continuerà a sfornare prodotti di questo livello ne sentiremo presto parlare molto bene!

Recensione Auricolari Bluetooth Sonixx X-Fit! Un prodotto dedicato agli sportivi!
Mpow Armor Plus: musica sotto la pioggia!
Recensione auricolari Basn M6 in-ear

Packaging

Da tempo non avevamo a che fare con un packaging così raffinato. La confezione è minimal, di ottima qualità e al suo interno troviamo:

  • La cuffia Bluetooth Jokeret
  • Il manuale di istruzioni in Inglese
  • Un cavetto microusb/USB 2.0
  • Un cavetto jack m/m da 3,5′ di pessima qualità.

Design e comfort

La cuffia è di tipo circumaurale, chiusa, con un ottimo isolamento dall’ambiente esterno; a onor del vero occorre subito dire che è presente una strana “presa d’aria”, minuscola, che fa propagare il suono anche all’esterno e ciò, potrebbe disturbare eventuali persone intorno a noi. La struttura è reallizzata interamente in plastica, eccezione fatta per i componenti di trasduzione interni e un archetto per la regolazione in metallo, i pad sono in similpelle di buona qualità. I padiglioni sono ruotabili, quasi fosse una cuffia da DJ, e lo snodo  presente permette una rotazione di circa 90°. L’archetto è largo circa 25mm, ben imbottito e rivestito anch’esso in similpelle. Nel complesso il touch and feel è quello di un prodotto di ottima fattura, resistente, ben assemblato.
Strano ma vero, anche dopo ore di riproduzione, non abbiamo avuto quella sensazione di affaticamento dell’orecchio, e nonostante la struttura tenda a far aderire bene al capo, anche la sensazione di calore non è eccessiva.

Specifiche tecniche

  • Wireless Bluetooth headphone
  • Peso: 204g
  • Diametro del driver: 40mm  (neodimio)
  • Impedenza: 32 Ω
  • Sensitività: 102 ±3 dB
  • Versione bluetooth: 4.0
  • Range di frequenza: 2.4 GHz- 2.480 GHz
  • Protocollo: HFP V1.6, HSP V1.2, A2DP V1.2, AVRCP V1.4, DI V1.3
  • Batteria: 400 mAh Li-polymer
  • Riproduzione:  < 20h (max). Sullo scatolo il produttore riporta “fino a 16h”
  • Tempo di ricarica: 2h
  • Interfaccia di connessione: microUSB, 3,5mm audio jack




Sul padiglione destro troviamo i tasti per la regolazione del volume/scorrimento brani, quello di accensione/pausa/pairing/accettazione chiamata/chiamata in partenza, l’ingresso MicroUSB e quello audio per un jack da 3,5′. E’ presente anche un piccolo tappo in gomma a coprire sia l’ingresso MicroUSB che quello per il mini-jack.

Pairing e bluetooth

L’accoppiamento con i dispositivi è estremamente semplice: basta tenere premuto il tasto di accensione per più di 5 secondi ed un piccolo led inizierà a mostrare l’alternanza rosso/blu. A quel punto basta selezionare la cuffia dal nostro device e il gioco è fatto. Nulla di più semplice.
La tecnologia Bluetooth implementata è di tipo 4.0, stabile entro un range max di 10m di distanza tra cuffia/sorgente, nel caso in cui chiaramente non vi siano particolari ostacoli nel mezzo.

Utilizzo

Sebbene venga pubblicizzata come cuffia Bluetooth, ricordiamo che c’è la possibilità di utilizzarla come una normale cuffia con cavo, dunque senza dover utilizzare la batteria interna. Non abbiamo riscontrato differenze audio significative derivanti dall’utilizzo nell’una o nell’altra modalità.
Testata utilizzando come sorgente sia un normale notebook che uno smartphone (con App “PowerAmp”), la riproduzione sonora è risultata davvero gradevole. Tutte le frequenze sono ben distinguibili, i bassi corposi e rotondi, le voci dettagliate e una discreta spazialità, tutti fattori che nel complesso ci hanno sorpreso. A voler esser pignoli, a volumi elevati, la cuffia può sembrare un po’ sbilanciata; in alcuni brani, i medi risultano un po’ troppo “secchi”, e come accade in tante cuffie chiuse, anche qui c’è una leggerissima tendenza ad enfatizzare i bassi (ma il driver da 40mm fa sì che non siano poi così fastidiosi e coprenti). Non si riscontrano distorsioni o gracchiamenti a volumi elevati.
Come oggetto di fascia entry level  siamo pienamente soddisfatti, ma chiaramente non possiamo paragonarle a cuffie ben più blasonate che troviamo in altri range di prezzo, dunque non abbiate superpretese.
Abbiamo inoltre testato l’audio e il microfono in chiamata e siamo rimasti pienamente soddisfatti sotto entrambi i profili; l’interlocutore non lamentava particolari rumori o interferenze percepiti.

Autonomia

Il produttore dichiara fino a 16 ore di riproduzione con una ricarica, ma è un dato decisamente poco realistico. Nella nostra esperienza, non siamo andati oltre le 5 ore di riproduzione continua. Per la ricarica sono sufficienti meno di 2 ore se fatta in modo classico, con caricatore da 1A.

Conclusioni

Acquistate alla cifra di 28 Euro, queste cuffie si sono rivelate a nostro avvisto prodotto dal buon  rapporto qualità/prezzo. Nel complesso l’audio è gradevole, i materiali utilizzati e l’assemblaggio complessivo buoni, l’autonomia soddisfacente, pertanto, purché il prezzo rimanga tale (o inferiore), ci sentiamo vivamente di consigliare questo prodotto ai nostri lettori.

  

COMMENTS

DISQUS: 0