Sherlock 4: Luci ed ombre su una stagione che ha diviso i fan

Il nuovo anno è decisamente iniziato sotto il miglior auspicio regalandoci, con addirittura mesi in anticipo, l’attesissima quarta stagione di Sherlock dopo ben tre anni dalla stagione scorsa: quest’attesa titanica, occorre dirlo, ha certamente contribuito ad alimentare l’hype tra i fan di tutto il mondo.

Che dire di Sherlock? Il successo, per l’appunto mondiale, di questa serie può sicuramente precedere le mie parole. Un successo talmente grande da aprire ai due attori protagonisti, Benedict Cumberbatch e Martin Freeman, la strada verso il favoloso mondo di Hollywood.
La serie in se ha saputo fin dal primo episodio “Uno studio in rosa” nettamente differenziarsi e porsi al di sopra delle serie TV diciamo più tradizionali, grazie a una fotografia molto curata, una regia raffinata e una colonna sonora decisamente emozionante; Sherlock è una serie TV  prodotta dalla BBC ben fatta e assolutamente di qualità, merito soprattutto (e questo è il suo punto di forza maggiore) di una scrittura narrativa molto solida, che ha sapientemente preso spunto dai libri di Sir Arthur Conan Doyle riadattandoli in qualcosa di nuovo.

Vediamo dunque insieme , con una recensione in tre parti, se questa quarta stagione è riuscita a mantenere lo standard delle precedenti e ha saputo intrattenere come solo questo show è in grado di fare.
Qui sotto troverete i link con le rispettive recensioni delle tre puntate.

Sherlock 4×02- Il vento dell’Est spazza via ogni incertezza

Sherlock 4×03- La conclusione di un’era

Vi segnalo inoltre la possibilità di acquistare il cofanetto delle prime tre stagioni in offerta a 18,43 euro su Amazon.

Inoltre in occasione della messa in onda di questa quarta stagione, vi segnalo  l’episodio speciale del 2016 “L’abominevole sposa” a 15,99 euro sempre in vendita su Amazon.

Vi invito infine a seguire il nostro nuovo canale Telegram dedicato alle Serie TV e al Cinema: PickSofà: Seguiteci numerosi!!

COMMENTS

DISQUS: