Basn M6 auricolari in-ear – Recensione

Packaging Basn M6

Nella confezione troviamo:

  • 4 coppie di adattatori di varie misure
  • una clip per tener saldo il filo agli indumenti
  • gli auricolari in-ear
  • un sacchettino ad apertura magnetica
  • un nastro per avvolgere gli auricolari.
  • una bustina nera, con su stampato il logo dell’azienda, di buona fattura ma purtroppo molto elettrostatica; infatti attrae molta la polvere.

Design e comfort

I materiali sono decisamente buoni: le cuffie sono in metallo anche se la giuntura cuffie/cavo è di plastica. Sul fondo del cono troviamo un cerchio, anche questo di metallo,con inciso il logo dell’azienda. Le cuffie, inoltre, risultano essere abbastanza comode anche dopo svariate ore di utilizzo.

Basn M6 auricolari in-ear - Recensione

Specifiche tecniche

La scheda tecnica, presente sul sito del produttore, riporta una sensibilità di 100 dB, 16Ω di impedenza ed una risposta in frequenza da 15 Hz – 22 KHz. Il jack da 3.5 mm è placcato, resistente e ben saldo al connettore in plastica che lo riveste. E’ presente un driver al neodimio da 10mm che garantisce un’ottima riproduzione dei bassi. Il cavo è piatto, abbastanza robusto, lungo 1.20 m ed anti-aggrovigliamento. Il prodotto è presente sia in colorazione grigia che nera. Questi auricolari sono dotati di microfono e controllo del volume (riproduzione dei brani) compatibili sia con Android che iOS. Nel nostro caso tuttavia non abbiamo avuto occasione di testarli in ambiente iOS, quindi ci riserviamo di garantire il corretto funzionamento solo con il sistema Android.

Basn M6 auricolari in-ear - Recensione

Riproduzione sonora

Abbiamo testato gli auricolari Basn M6 con diversi brani di generi musicali differenti tra loro e la risposta è sempre stata più che soddisfacente. I 100 dB di sensibilità si fan sentire: il suono non distorce mai, nemmeno a volumi sostenuti. Come segnalato nella scheda di vendita, gli auricolari sono “Extra Bass” e questo potrebbe far storcere il naso ai puristi della risposta sonora neutra; ma al tempo stesso potrebbe attrarre gli amanti degli auricolari che “pòmpino”. A nostro avviso i bassi sono fin troppo invadenti al punto che talvolta coprono del tutto la gamma di frequenza media; tuttavia giocando con l’equalizzazione si possono ottenere dei buoni risultati. I medi e gli alti sono poco definiti, ma tutto sommato li riteniamo abbastanza sufficienti. Il livello di isolamento è davvero notevole: una volta selezionati gli auricolari adatti al proprio orecchio, è pressoché inesistente,ogni forma di interferenza da parte dell’ambiente esterno, durante la riproduzione del brano scelto.

Basn M6 auricolari in-ear - Recensione

Conclusioni

Il test ci ha fornito un risconto davvero positivo per questi auricolari Basn M6, specialmente alla luce del loro prezzo di soli 12.98 euro: la fattura è buona, i materiali utilizzati sembrano poter durare nel tempo e la risposta sonora è più che adeguata in relazione al prezzo. L’unica considerazione di vero rilievo che ci sentiamo di fare è che, forse, non siano adatti per coloro che vogliano una risposta del suono piuttosto fedele e che non enfatizzi troppo le basse frequenze.

Basn M6 auricolari in-ear - Recensione

 

COMMENTS

DISQUS: 0