La nomenclatura delle CPU Intel

Sicuramente molti di voi avranno familiarità con le diciture del tipo: “Intel Core i3” oppure “Intel Core i5 vattelapesca”, ma cosa significa nel concreto quella stringa alfanumerica per noi consumatori finali? Non temete, dopo aver letto questo articolo chiarificatore sarà tutto più chiaro ed i nostri futuri acquisti più consapevoli; sfortunatamente per avere una controparte riguardante AMD sarà necessario attendere qualche settimana, in modo da avere informazioni più dettagliate riguardo la nuova linea di prodotti in arrivo.
Con lo scopo di mantenere una certa semplicità e linearità nel corso dell’articolo, verranno presi in considerazione i prodotti appartenenti alle ultime due generazioni (Skylake e Kaby Lake) sia per computer desktop che per Laptop; tuttavia è necessario un piccolo preambolo al fine di essere chiari e cristallini.

Nel corso degli anni Intel ha settorializzato il mercato creando diverse linee di prodotti, qui di seguito verranno elencate dalla meno potente alla più performante:
  • Celeron – Dual core senza Hyper-Threading 
  • Pentium – Dual core ed in alcuni casi con Hyper-Threading 
  • Core i3 – Dual core con Hyper-Threading
  • Core i5 – Quad core senza Hyper-Threading
  • Core i7 – Quad core con Hyper-Threading
Bando alle ciance, iniziamo a scomporre quello che al primo sguardo di un profano, può apparire come un’accozzaglia di lettere e numeri messa lì solo per confondere le idee, complice anche la crescente richiesta di chip a basso consumo energetico per il mercato dei computer portatili, lo schema di qualche riga fa potrebbe essere stravolto; ma come linea guida va più che bene.
Nel caso dei Celeron potremmo aver davanti una dicitura del tipo:
Intel Celeron Processor G3950
Intel Celeron Processor G3930

Intel chiaramente indica il marchio, Celeron sta ad indicare la famiglia del prodotto ed infine G3950 o G3930 il modello specifico. Fino a qui risulta lampante che il G3950 è superiore nelle caratteristiche tecniche rispetto al G3930, ma la situazione tende a miscelarsi passando in esame le rimanenti categorie di processori.
In merito alla famiglia Pentium, daremo un’occhiata ad un totale di quattro CPU differenti, ma con nomenclature davvero simili e che potrebbero trarre in inganno.
Intel Pentium Processor G4600
   Intel Pentium Processor G4600T
Intel Pentium Processor G4560
   Intel Pentium Processor G4560T

Nuovamente, risulta ovvia la differenza di prestazioni già soltanto ad una prima occhiata a questa piccola lista, ma cosa significa la T in aggiunta al calderone? Come anticipato in precedenza la crescente richiesta di chip in grado di garantire le stesse prestazioni (o comunque con decadimenti prestazionali accettabili) ma con requisiti energetici ridotti ha spinto Intel a rivedere alcuni SKU in modo da soddisfare la necessità. Tali modifiche vengono indicate utilizzando dei suffissi appositi che analizzeremo di seguito:

  • Per il segmento desktop:
    • Suffisso T – Processore ottimizzato per un funzionamento a basso consumo energetico, caratterizzato da frequenze operative più basse ed un Thermal Design Power (TDP) minore.
    • Suffisso K – Processore caratterizzato da un moltiplicatore di clock sbloccato, capace di raggiungere frequenze più elevate di quelle pre-impostate dal produttore mediante l’overclock a patto di usare chipset apposito che supporti tale funzione, generalmente appartenente alla serie Z come ad esempio Z170 o Z270.
  • Per il segmento mobile:
    • Suffisso H – Chip grafico integrato ad alte prestazioni
    • Suffisso HK – Chip grafico integrato ad alte prestazioni e moltiplicatore di clock sbloccato
    • Suffisso HQ – Chip grafico integrato ad alte prestazioni e presenza di quattro cores fisici
    • Suffisso Y – Processore a consumo energetico estremamente ridotto
    • Suffisso U – Processore a bassissimo consumo energetico
Se tutto si fermasse così sarebbe davvero una pacchia aspettarsi che un i7 sia sempre e comunque migliore di un i5, ma grazie al sito di Intel ed il loro comodo strumento di comparazione impareremo che non è tutto oro quel che luccica e che sono piccoli dettagli come i suffissi, di cui abbiamo appena parlato a far la differenza; come nel caso del Core i5-7440HQ contro il Core i7-7500U.
Volutamente l’esempio di cui sopra è stato estremizzato in quanto è decisamente preferibile questo specifico modello di Core i5 contro il Core i7. Nel dettaglio, a rafforzare tale “audace” esclamazione ci pensa direttamente la scheda tecnica, visto che il 7500U contiene solo due core fisici con tecnologia Hyper-Threading abilitata, 2 MB di cache di terzo livello in meno ed una discrepanza nelle frequenze rispettivamente di 100 MHz e 300 MHz rispettivamente per clock base e Turbo Boost; oltre ad una GPU integrata di prestazioni lievemente inferiori.

A fronte di quanto appena analizzato, buon acquisto consapevole a tutti!

COMMENTS

DISQUS: 0