Intel prepara Kaby Lake-X in risposta al lancio di Ryzen

Intel prepara Kaby Lake-X in risposta al lancio di Ryzen

Ormai il lancio della nuova linea Ryzen da parte di AMD è una questione di tempo e l’attesa dovrebbe terminare il 2 Marzo 2017 ma, nel frattempo, Intel sembrerebbe correre ai ripari annunciando giusto un paio di processori facenti parte della nuova architettura Kaby Lake-X; nello specifico si tratta del nuovo Core i7-7740K e Core i5-7640K: chip completamente ridisegnati da zero oppure si tratta di aggiustamenti minori?
Stando a quanto riportato dalle numerose fonti presenti sulla rete, il secondo degli approcci menzionati sopra sembrerebbe quello più vicino alla realtà dei fatti, in quanto dai dati al momento pubblicati sono visibili alcuni miglioramenti marginali in termini di frequenze di clock, ed altre sottili differenze che verranno specificate nel corso di questo articolo.
A bordo delll’i7-7740K troviamo ancora 8 MB di cache L3 ed una frequenza base di 4.3 GHz in grado di arrivare a 4.5 GHz in Turbo Boost su tutti i core, contro i rispettivi 4.2 GHz e 4.4 GHz del modello 7700K attualmente sugli scaffali di tutto il mondo. Le variazioni interessano: il TDP (Thermal Design Power) del processore passando a 112 W dai 91 W di Kaby Lake, la mancanza di un processore grafico integrato ed infine il supporto nativo a memorie DDR4 con  una frequenza operativa di 2’666 MHz. Ovviamente è presente l’Hyper-Threading.
Intel prepara Kaby Lake-X in risposta al lancio di Ryzen
Immagine di proprietà del sito BenchLife.info

Il nuovo i5 7640K lascia invece un po’ perplessi in quanto offrendo un incremento del base clock di 200 MHz rispetto ai 3.8 GHz del 7600K, con la modalità Turbo Boost attiva, si raggiungono 4.2 MHz su soltanto un core attivo, scendendo a 4.1 GHz su due core per poi appiattirsi definitivamente ai valori base quando applicato su tutti i nuclei della CPU. Tuttavia, numerose indiscrezioni riferirebbero una possibile deviazione da quella che è stata la caratteristica discriminante tra la famiglia di SKU i5 ed i7: il 7640K potrebbe essere il primo i5 con Hyper-Threading abilitato e ciò potrebbe inoltre dare spiegazione al TDP che anche in questo caso segue lo stesso trend del fratello maggiore, partendo da 91 W e totalizzando un incremento complessivo di 21 W.

Chiaramente la notizia, qualora fosse confermata, scuote pesantemente le basi della segmentazione del mercato operata da Intel stessa nel corso degli ultimi anni; ma è ancora tutto da dimostrare. I nuovi chip sfrutteranno il nuovo chipset X299 con socket LGA 2066 e tutto ciò potrebbe essere presentato al GamesCom che si terrà fra il 23 ed il 26 Agosto 2017 in quel di Colonia. Ancora una volta, Intel diversifica ancora di più la propria linea di prodotti obbligando gli utenti all’acquisto di nuove schede madri da affiancare alle nuove unità; decisione in netto contrasto con l’approccio “unificatore” di AMD con il suo ecosistema AM4 per CPU ed APU, almeno per la nuova linea Ryzen.
Tuttavia non sono ancora stati inviati degli esemplari di prova così da avere dati certi (e verificare l’Hyper-Threading su quell’i5, NdR), così come non sono state fornite indicazioni in merito al prezzo  per cui verranno immessi sul mercato né su una precisa data di lancio effettivo; per i quali vi invitiamo a rimanere sintonizzati per ulteriori aggiornamenti.

COMMENTS

DISQUS: 0