Emish TV Box Android: ecco come rendere smart la vostra TV

Emish TV Box Android: ecco come rendere smart la vostra TV

Negli ultimi anni le Smart TV hanno assunto un posto sempre più di rilievo nelle nostre case, grazie alle molteplici possibilità e servizi che mettono a nostra disposizione. Tali apparecchi però, spesso e volentieri, vengono venduti a prezzi non accessibili a tutti e infatti, non è raro che molti possiedano ancora dei televisori datati o comunque non smart. Sul mercato, fortunatamente, circolano dei prodotti, i cosiddetti TV Box,  disponibili a prezzi abbordabili, che offrono la possibilità di rendere smart la nostra vecchia televisione. L’Emish TV Box, di cui vi andremo a parlare oggi, è proprio uno di quei prodotti.

L’Emish TV Box arriva in una confezione molto colorata, al suo interno troveremo: il TV Box, il telecomando, un cavo AV RCA, l’alimentatore e un adattatore USB per la lettura di SD e microSD. Non è presente invece il cavo HDMI che dovremo acquistare separatamente.



Specifiche Tecniche

Processore:
RK3128 Quad-Core ARM Cortex A7 da 1.2 GHz
RAM:
1 GB
ROM:
8 GB espandibili tramite porta USB
Schede di rete:
Wi-Fi 802.11 b/g/n; Ethernet
Risoluzione massima:
1920x1080p/60fps
Sistema operativo:
Android 4.4.4 KitKat

Design e collegamento TV

L’Emish TV Box si presenta con un design molto semplice e minimalista. Gli unici dettagli che possiamo trovare sono: sulla parte frontale, un LED che indica se il TV Box è acceso o spento, sulla parte posteriore una porta ethernet, l’ HDMI, 2xUSB, i collegamenti per il cavo RCA, il pulsante di accensione e spegnimento e il collegamento per l’alimentatore. Il collegamento alla TV è molto semplice e non necessita di particolari conoscenze. Vi basterà semplicemente collegare il cavo HDMI o RCA alle rispettive porte sulla televisione e sul TV Box, collegare l’alimentatore alla corrente e il gioco è fatto.

Sistema Operativo e funzioni

Questo TV Box supporta una versione di Android ormai vecchia, la 4.4.4 KitKat, ma non per questo meno efficiente. Alla prima accensione dell’Emish TV Box, le uniche cose che dovremo impostare sono: la connessione wi-fi e l’ account Google. Una volta fatto ciò avremo accesso a tutte le app presenti sul Play Store e su Aptoide. Tra le tante app fruibili, è installata anche Kodi (ex Xbox Media Center); un’ app che ci permetterà di visualizzare film, video, foto o ascoltare musica collegando una pennetta USB o un hard disk alle porte USB del TV Box. Tra le varie funzioni accessibili. abbiamo anche lo screen mirroring sia di Android che di iOS. Una nota positiva è che questa versione di Android arriva già con i permessi di root attivi.

Prestazioni e problemi

Nell’utilizzo quotidiano, non abbiamo notato particolari impuntamenti o problemi di sorta. Usando app come Netflix, Spotify e altre del genere, questo piccolo dispositivo si comporterà in maniera ottimale; è ovvio che se utilizzerete applicazioni particolarmente pesanti, il processore ne risentirà molto. Nonostante il sistema operativo sia stato adattato per l’utilizzo su una TV e per la navigazione con telecomando, sono comunque presenti dei problemi a mio avviso un tantino fastidiosi seppur normali per un dispositivo di fascia bassa come l’Emish TV Box. Nell’app di YouTube, ad esempio, utilizzando i tasti di navigazione sul telecomando o, attivando sullo stesso la funzione mouse, è possibile soltanto scorrere verso sinistra e verso destra tra le varie schede: Home, Tendenze, Iscrizione e Account. Non è possibile invece scorrere l’intera pagina per visualizzare i video consigliati. Un altro problema che abbiamo riscontrato è che è praticamente impossibile richiamare il centro notifiche. Sono presenti anche problemi nel multitasking, infatti la chiusura delle app risulta essere difficoltosa. Questi problemi di navigazione, inoltre, si hanno anche nel Play Store. Insomma, tutti questi piccoli difetti  costringono l’utente a dover necessariamente collegare un mouse direttamente al TV Box per potersi muovere con più facilità.

Pro e contro

Prima di concludere questa recensione, andiamo ad analizzare i pro e i contro di questo dispositivo. Tra i pro troviamo sicuramente il prezzo, infatti con soli 50€ (spesso in promo a 25€) potrete portarvi a casa l’Emish TV Box. La versione Android installata, anche se non recente, ci dà la possibilità di accedere a quasi tutte le app presenti sul Play Store. L’Emish TV Box, inoltre, funziona anche su TV molto vecchie, grazie alla presenza dei collegamenti AV. Ma passiamo ai difetti. tra questi troviamo sicuramente gli svariati problemi di navigazione riscontrabili tra le schermate del sistema operativo; l’utente, di conseguenza,è costretto ad utilizzare un mouse per potersi muovere all’interno dell’interfaccia.

Conclusioni

Tirando le somme, nonostante questi piccoli problemi, l’Emish TV Box resta comunque un prodotto valido. Potete acquistarlo direttamente su Amazon in colorazione bianca e nera, al prezzo di 50€ cliccando sul badge che troverete di seguito.

Colorazione nera
Colorazione bianca

COMMENTS

DISQUS: 0