AMD presenta ufficialmente tre CPU Ryzen

AMD presenta ufficialmente tre CPU Ryzen

AMD ha recentemente presentato a San Francisco tre delle nuove CPU appartenenti alla linea Ryzen, nello specifico facenti parte della linea Ryzen 7; verifichiamo nel dettaglio cosa è stato annunciato e quali saranno le caratteristiche definitive dei chip disponibili a partire dal 2 Marzo.

I modelli presentati fanno parte del segmento più elevato dell’intera linea, tutti con otto core e sedici thread con frequenze base comprese fra i 3.0 GHz ed i 3.6 GHz; capaci di andare in boost dai 3.7 GHz fino a 4.0 GHz. Stiamo infatti parlando dei Ryzen 7 1800X e 1700X con TDP di 95W ed infine l’SKU 1700 con un consumo dichiarato a pieno carico di soli 65W.

Durante i vari mesi di campagna pubblicitaria, Advanced Micro Devices ha spinto moltissimo verso un miglioramento in termini di istruzioni per clock (IPC); mirando ad un miglioramento del 40% rispetto alla precedente architettura Excavator, che diede il via al celebre Athlon X4 845. Quello che in realtà stupisce è che l’effettivo miglioramento supera il 50% come da immagine sopra, facendo quindi della nuova architettura una concreta minaccia nei confronti del monopolio de-facto instaurato da parte di Intel nel corso di questi lunghi cinque anni dal lancio della serie FX; durante i quali AMD ha pazientemente lavorato dietro le quinte investendo più di due milioni di ore di ingegnerizzazione sulla nuova architettura.

Nome Cores/Threads Cache L3 TDP Freq. Base Freq. Boost MSRP
R7 1800X 8/16 16 MB 95 W 3.6 GHz 4.0 GHz 499 USD
R7 1700X 8/16 16 MB 95 W 3.4 GHz 3.8 GHz 399 USD
R7 1700
8/16 16 MB 65 W 3.0 GHz 3.7 GHz 329 USD

AMD Ryzen – L’ecosistema

Contestualmente alla presentazione, AMD ha inoltre prodotto alcuni benchmark sui noti software CineBench R15 ed HandBrake, oltre che su giochi come Sniper Elite 4 ed il celeberrimo Battlefield 1, mostrando di essere davanti alle rispettive controparti Intel non solo in termini meramente economici ma anche prestazionali; rendendo quindi accessibili alle masse dell’hardware che a causa dei costi proibitivi era appannaggio di una ristrettissima élite. Il CEO di AMD Lisa Su ha inoltre fornito ulteriori informazioni in merito all’intero ecosistema AM4; sottolineando la disponibilità di più di 80 schede madri pronte al lancio da parte dei produttori che abbiamo imparato ad amare (e odiare, NdR): Asus, ASRock e Gigabyte per citarne alcuni. Oltre alla possibilità di numerosi costruttori di sistemi che sfrutteranno le nuove CPU di Sunnyvale, totalizzando oltre 180 partner commerciali per una copertura globale. Degna di nota è anche la scelta di utilizzare dei LED RGB nei dissipatori stock.

Sono stati rivelati ulteriori dettagli riguardo le linee Ryzen 5 e Ryzen 3, le quali arriveranno sul mercato nel secondo trimestre dell’anno; contestualmente alle nuove GPU Vega ed Instinct oltre che la linea Naples per quanto concerne il mercato server/datacenter. Per i chip dedicati al mercato mobile dovremo invece attendere la seconda metà del 2017.

Restiamo quindi in attesa di poter avere un sistema Ryzen e dei dati di prima mano; in modo da fornirvi tutti i dettagli fino ad ora mancanti.

COMMENTS

DISQUS: 0